Giornale del 21 Dicembre 2016

Natale sotto scorta in Europa

dopo la strage di Berlino

ATTUALITA'

21-12-2016 NUMERO: Giornale Online

Invia
La strage di Berlino, dove un camion si è scagliato lunedì sera sulla folla nel mercatino di Charlottenburg uccidendo 12 persone, riaccende alla vigilia di Natale l’allerta terrorismo in Europa, imponendo l'innalzamento delle misure di prevenzione. Un’emergenza che, dopo gli attentati di Parigi, Bruxelles e Nizza, in realtà non è mai sopita.

 

Germania a parte, la prima stretta sulla sicurezza, secondo Travelmole, arriva in Gran Bretagna. Scotland Yard ha trasmesso in queste ore un bollettino in cui si rassicura la popolazione su “un piano dettagliato della Metropolitan Police per rafforzare i controlli durante gli eventi pubblici in programma nel periodo che va da Natale a Capodanno”.

Secondo le autorità “il livello di minaccia è alto, e un attacco è altamente probabile”; tra le minacce considerate, anche “l'uso di veicoli di grandi dimensioni”.

 

In allerta anche le forze dell’ordine di Manchester che annunciano l’innalzamento delle misure di sicurezza con «sempre più visibili operazioni di polizia nei luoghi intorno ai mercatini di Natale, in centro città e in altre aree ritenute sensibili durante le festività», afferma Debbie Ford, assistant chief constable della Greater Manchester Police. «Abbiamo rafforzato il numero di pattuglie affinché le persone si sentano sicure nelle attività quotidiane – aggiunge – Anche se al momento non c’è nessuna allerta da parte dell’intelligence su un possibile attacco in città».

 

Stretta sulla security anche a Birmingham, soprattutto nei pressi dei celebri Christmas Market, mentre la Road Haulage Association rafforza la vigilanza nelle strade dopo l’attentato di Berlino.

 

Sul fronte tedesco, nel frattempo, il mercatino colpito è stato chiuso nelle ore successive all’attentato per rispetto delle vittime, mentre gli altri Christmas Market del Paese sono rimasti aperti. Il governo guidato da Angela Merkel ha annunciato, da parte sua, di aver rafforzato le misure di sicurezza in edifici pubblici, grandi eventi, stazioni, metropolitane, aeroporti e in tutti i luoghi affollati. 

 

La Farnesina, attraverso il sito Viaggiaresicuri.it, “raccomanda ai connazionali prudenza” e invita a “evitare la zona, tenersi informati sui media sugli sviluppi della situazione e seguire le indicazioni delle autorità locali”.
La polizia di Berlino ha istituito il numero +49.30.54023111 per reperire informazioni su persone che si sospetta possano essere rimaste coinvolte.

 

Forte solidarietà sui social network, in particolare Twitter, dove rimbalza l’hashtag #ichbineineberliner

R.R.

Ultimi articoli in ATTUALITA'